Vai a sottomenu e altri contenuti

Indennizzo danni causati dalla fauna selvatica alle produzioni zootecniche.

Istanza indennizzo danni causati dalla fauna selvatica alle produzioni zootecniche.

data ultimo aggiornamento 29/06/2020.

Requisiti

Possono presentare richiesta di indennizzo dei danni causati da fauna selvatica alle produzioni zootecniche e alle opere, i soggetti in possesso dei seguenti requisiti: a) essere titolari di partita IVA nel settore agricolo; b) essere iscritti nel registro delle imprese agricole della C.C.I.A.A; c) essere proprietari o conduttori di terreni in cui si sono verificati i danni; d) essere in regola con l’aggiornamento del fascicolo aziendale SIAN ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica 1 dicembre 1999, n. 503 “Regolamento recante norme per l'istituzione della Carta dell'agricoltore e del pescatore e dell'anagrafe delle aziende agricole, in attuazione dell'articolo 14, comma 3, del decreto legislativo 30 aprile 1998, n. 173”.

Costi

Spese di istruttoria di € 25,00 mediante bollettino postale sul c/c n. 216085, intestato alla Provincia di Nuoro, o mediante bonifico bancario intestato alla Provincia di Nuoro, Codice IBAN dell’ente - causale 'Spese istruttoria danni fauna selvatica

Normativa

Legge 11 febbraio 1992 n. 157 ''Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio'', e successive modifiche ed integrazioni;


Legge Regionale 29 luglio 1998 n. 23 ''Norme per la protezione della fauna selvatica e per l'esercizio della caccia in Sardegna'', e successive modifiche ed integrazioni;


Direttiva regionale sul risarcimento dei danni provocati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole e zootecniche, emanata con il DADA n° 25/V del 27.08.2003 e pubblicata sul BURAS n° 28 del 19.09.2003.

Delibera di Giunta Regionale n. 44/21 del 25/07/2016.

Regolamento Provinciale recante ' Disciplina del procedimento per l'indennizzo dei danni causati da fauna selvatica alle produzioni agricole e zootecniche, ai sensi della L.R. n.23 del 29/07/1998 e della Delibera della giunta Regionale sarda n. 44/21 del 25/07/2016', approvato con Deliberazione Amministrazione Straordinario n. 125 del 13/12/2017.

Documenti da presentare

Istanza su apposito modulo con allegata la seguente documentazione:

1) verbale di accertamento redatto dalla stazione forestale e di vigilanza ambientale competente per territorio dal quale risultino informazioni riguardanti la vocazione o la presenza della specie selvatica responsabile del danno nel luogo della predazione, informazioni sugli eventuali divieti di pascolo, sulla presenza di cani randagi e sulla tipologia di allevamento;

2) fotocopia della planimetria catastale del terreno comprendente l'azienda in oggetto,con indicata l'area dove si è verificato l'evento dannoso;

3) fotocopia del documento di identità in corso di validità e del codice fiscale;

4) certificato del veterinario ASL competente per territorio redatto sul modello regionale '' Procedura standard di accertamento danni al bestiame da predatori'' effettuato ai sensi dell 'art. 39 l.r. n. 23/98, o ''Verbale di accertamento dei danni da gruccioni agli apiari '';

5) ricevuta attestante il pagamento delle spese di istruttoria di € 25,00 effettuato omediante bollettino postale sul c/c n. 216085, intestato alla Provincia di Nuoro, o mediante bonifico bancario intestato alla Provincia di Nuoro, Codice IBAN dell 'Ente- causale 'Spese istruttoria danni fauna selvatica'.

Termini per la presentazione

Istanza di parte. La richiesta deve essere trasmessa entro quindici giorni lavorativi , fermo restando il disposto dell’art. 8, in merito alla tempestiva richiesta della certificazione veterinaria. Il danneggiato pertanto deve tempestivamente richiedere l'intervento del Servizio Veterinario ATS e della Stazione Forestale e di V.A. competenti per territorio Lo stato di fatto dell’allevamento non deve essere modificato prima dell’accertamento del danno da parte del Servizio Veterinario ATS e della Stazione Forestale e di V.A.

Incaricato

Settore Gestione Ambiente e Territorio-Dirigente Cecilia Sotgiu e-mail:cecilia.sotgiu@provincia.nuoro.it; Responsabile Procedimento Luisella Menne e-mail:luisella.menne@provincia.nuoro.it;

Tempi interni

-

Tempi esterni

-

Tempi complessivi

La conclusione del procedimento è subordinata, per tempistica e quantificazione dell'indennizzo, all'erogazione delle somme necessarie da parte della Regione Autonoma della Sardegna

Termini e modalità di ricorso

Avverso il provvedimento è esperibile ricorso al TAR nel termine di 60 gg. o in alternativa ricorso al capo di Stato nel termine di 120 gg. decorrenti dalla data di notifica o comunicazione dell'atto o della piena conoscenza di esso.

 

Note

Unità Organizzativa Responsabile.

Settore Ambiente e Gestione del Territorio

Organo competente per l'adozione del provvedimento finale Dirigente ad Interim dott.ssa Cecilia Sotgiu, Tel 0784/238742, mail ambiente@provincia.nuoro.it

Responsabile del procedimento dott.Luisella Menne, Tel 0784/238812, e- mail luisella.menne@provincia.nuoro.it

Potere sostitutivo in caso di inerzia
Segretario generale Giovanni Mario Basolu - recapiti giovanni.basolu@provincia.nuoro.it tel. 0784 238600

Per informazioni rivolgersi a
Responsabile del procedimento: Luisella Menne

Istruttore tecnico: Francesco Mattu - 0784.238819 - e-mail francesco.mattu@provincia.nuoro.it;

Funzionario tecnico: Giovanni mele - 0784.238819 - e-mail giovanni.mele@provincia.nuoro.it;

Posizione Organizzativa: Luisella Menne-mail luisella.menne@provincia.nuoro.it tel. 0784 238812

Silenzio-assenso: no

Comunicazione finale atto trasmissione PEC di validazione o Racc. A.R.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Indennizzo danni causati dalla fauna selvatica alle produzioni zootecniche. Formato pdf 74 kb
Regolamento Provinciale (Delibera Amministratore Straordinario n. 125 del 13-12-2017 ) Formato pdf 112 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto